La Roncola del cacciatore, originaria di Pistoia, è un coltello di particolare pregio e rarità, unico nel suo genere, che si distingue non solo per la forma caratteristica e per il fatto di riproporre molteplicità di funzioni rappresentative del suo originario utilizzo ma soprattutto la cura con cui sono realizzati pazientemente a mano, in ogni dettaglio, i vari accessori che la compongono sono: una lama tradizionale di minori dimensioni, un cacciavite, uno sturafocone, un cavaluminelli ricavato in un estensione all’estremità inferiore della molla a cricco e una punta elicoidale che serviva per penetrare nel legno degli alberi trasformando così il manico in un apposito appoggio per prendere meglio la mira. Nel suo genere questo coltello non lo possiamo considerare convenzionale dato che i coltelli toscani erano quasi tutti a molla semplice, difatti anch’esso è a molla fissa ma “a cricco”. Questo pregiatissimo esemplare merita un particolare rispetto nella scaletta dei coltelli storici. È un serramanico dedicato esclusivamente agli appassionati più esigenti, a coloro che , sapendone ammirare ogni piccolo dettaglio anche più nascosto desiderano possedere un pezzo di valore veramente unico.